Barbara

<< Inquieto per le reazioni che da ogni parte agiscono su di lui, l’uomo contemporaneo avverte da una parte l’esistenza di un mondo che si va elaborando regolarmente, logicamente, chiaramente, che produce con purezza cose utili e utilizzabili e, dall’altra parte, si ritrova sconcertato, dentro un vecchio quadro ostile. Questo quadro è il suo alloggio; la sua città, la sua strada, la sua casa, il suo appartamento si levano contro di lui e, inutilizzabili, gli impediscono di proseguire nel riposo lo stesso cammino spirituale che percorre nel suo lavoro, gli impediscono di proseguire nel riposo lo sviluppo organico della sua esistenza. Che è di creare una famiglia e di vivere, come tutti gli animali della terra e come tutti gli uomini di tutti i tempi, in una famiglia organizzata. La società assiste alla distruzione della famiglia e si accorge con terrore che ne perirà.

Un grande disaccordo regna tra un modo moderno di pensare e una quantità soffocante di detriti secolari.

E’ un problema di adattamento, dove i fatti oggettivi della nostra vita sono in causa. La società desidera con forza una cosa: la otterrà. Tutto qui; tutto dipende dallo sforzo che si farà e dall’attenzione che si accorderà a questi sintomi allarmanti.

Architettura o rivoluzione.

Si può evitare la rivoluzione. >>

Le Corbusier

 LA NASCITA-TheGreenPaths

Go to top